El PLIDA (Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri) nació para otorgar la Certificación de competencia en italiano como L2.

La Asociación Dante Alighieri entrega a un diploma que acredita el conocimiento del idioma italiano como lengua extranjera, según la escala de seis niveles establecida por el Consejo de Europa en el Cuadro Común Europeo de Referencia.


Italiano Iniziale
PLIDA A1 = A1 QCE (Livello di contatto)
PLIDA A2 = A2 QCE (Livello di sopravvivenza)

Italiano Fondamentale
PLIDA B1 = B1 QCE (Livello soglia)
PLIDA B2 = B2 QCE (Livello progresso)

Italiano Professionale
PLIDA C1 = C1 QCE (Livello dell’efficacia)
PLIDA C2 = C2 QCE (Livello della padronanza)

El PLIDA ofrece también dos certificaciones especiales:






I livelli , , , , , .

Il livello documenta la capacità di usare semplici espressioni familiari di uso quotidiano per soddisfare alcuni bisogni concreti, presentando dati personali relativi a sé o ad altri. A questo livello di competenza l’interazione con gli italofoni può avvenire solo grazie alla diretta collaborazione degli interlocutori.

Il livello garantisce un’autonomia in contesti comunicativi elementari: chi lo possiede è in grado di svolgere compiti relativi ad alcune necessità primarie riguardanti la sfera individuale, la geografia locale, il lavoro, gli acquisti, e così via.

Il livello segnala la capacità di comprendere testi parlati e scritti legati ad argomenti familiari. Chi lo possiede può interagire in un contesto italofono in cui si trovi, ad esempio, per turismo, e può utilizzare la lingua italiana anche per esprimere opinioni e dare spiegazioni in forma elementare.

Il livello attesta una competenza in lingua italiana spendibile in contesti legati alla formazione scolastica (iscrizione presso scuole o università) ed extrascolastica (corsi di formazione professionale, tirocini, ecc.), e ad attività lavorative che prevedano anche il rapporto con il pubblico. Chi lo possiede può socializzare con facilità in un ambiente italofono e utilizzare la lingua italiana per attività di lavoro relative al proprio campo di specializzazione.

Il livello presuppone una notevole confidenza con la lingua e la realtà italiane, utilizzabile in attività lavorative complesse (attività professionali in ambito commerciale, industriale o amministrativo, ad esempio). Chi lo possiede può comprendere e produrre testi complessi, individuandone anche i significati aggiunti, come per esempio quelli che caratterizzano i testi letterari.

Il livello certifica una competenza linguistica alta, paragonabile a quella di un madrelingua di buona cultura e spendibile in tutti gli ambiti professionali. È il livello previsto per insegnare l’italiano come L2 e per assumere incarichi professionali di alta qualificazione.


Quando si può sostenere l’esame?

Gli esami PLIDA si svolgono ogni anno a maggio e a novembre.

Superamento dell’esame e punteggio
Il voto di ogni prova è espresso in trentesimi; per superare l’esame è necessario raggiungere la sufficienza (18/30) in ciascuna delle quattro abilità (ascoltare, leggere, parlare, scrivere). Il punteggio minimo complessivo per il superamento dell’esame è 72/120, il massimo è 120/120. Se il candidato raggiungerà la sufficienza in almeno tre delle quattro abilità previste, potrà ottenere un credito per iscriversi nella sessione d’esame successiva e sostenere soltanto la prova dell’abilità non superata. Per garantire una maggiore uniformità nella valutazione, è permesso recuperare la singola abilità non superata solo nella sessione d’esame immediatamente successiva.

Risultati dell’esame e rilascio dei Certificati
Le prove svolte sono inviate dai vari Centri Certificatori alla Sede Centrale; qui sono corrette e valutate entro 60 giorni dalla data di arrivo. La Sede Centrale invia al Centro i certificati di tutti i candidati che hanno superato l’esame: sul certificato sono indicati, oltre ai dati del candidato, il livello, i voti ottenuti nelle singole abilità e il punteggio complessivo. I dati personali dei candidati e i voti d’esame sono utilizzati unicamente per il rilascio del certificato e non risultano di pubblico dominio ai sensi della legge italiana sulla privacy (675/96).